Ripartitori di costi per riscaldamento ad onde radio:
sistemi proprietari e sistemi “OMS”

Cerchiamo di fare chiarezza!

 Alcune aziende in materia di contabilizzazione del calore stanno offrendo cosiddetti sistemi ad onde radio “OMS” (Open Metering System), proponendolo come sistema che permette di scegliere liberamente l’azienda di servizi che effettua le letture. Esiste una grande confusione in merito a che cosa realmente è un sistema di comunicazione radio “OMS”, in gergo spesso impropriamente chiamato anche “aperto”. Cerchiamo di fare chiarezza.

Le specifiche “OMS” sono pubblicate dal OMS-Group (oms-group.org/en/) e devono garantire l’intercomunicabilità tra diversi dispositivi anche di produttori diversi. Lo standard si riferisce esclusivamente alla comunicazione radio e non garantisce la piena disponibilità dei dispositivi per interventi di manutenzione.

Riassumendo, in Italia, un dispositivo marchiato “certificato OMS” deve:

  • Comunicare a una frequenza radio definita (868,95 MHz)
  • Garantire la protezione dei dati con crittografia AES-128

Chi non è in possesso di questa chiave AES-128 programmata nel ripartitore, non può leggere via radio in chiaro i dati, cioè i consumi rilevati dal ripartitore.

Conseguentemente, se l’offerta commerciale propone “dispositivo certificato OMS”, sostenendo che il cliente alla fine del contratto di servizio di lettura e manutenzione è libero di cambiare l’azienda di servizi, chi installa i dispositivi deve fornire:

La lista completa dei numeri di serie dei dispositivi installati (es. contatori per acqua e ripartitori) con le relative chiavi AES-128!  Inoltre, deve fornire eventuali password impostate per l’accesso al dispositivo per permettere un’eventuale manutenzione. Infine, per garantire il pieno accesso ai dispositivi, deve indicare il software, liberamente reperibile sul mercato, per accedere alla programmazione dei dispositivi.

Consigliamo di diffidare di qualsiasi offerta per sistemi “OMS” dove il fornitore non s’impegna rigorosamente a questa condizione senza la quale il sistema non è “aperto OMS”, dove con aperto si intende che il cliente è libero di scegliere l’azienda di servizi per le letture. L’installazione del sistema non può essere considerata completata!

Anche se siamo convintissimi che altri sistemi ad onde radio, come il nostro bidirezionale TMS 566 (433), diano INNUMEREVOLI vantaggi sia tecnici che commerciali al cliente, noi ci impegniamo fin da ora, qualora il cliente ciònonostante volesse scegliere di installare il sistema OMS-TMS 868, a garantire l’immediata ottemperanza alla condizione sopra descritta. Anzi! Offriamo addirittura l’opzione di una chiave AES-128 personalizzata per ogni condominio. Solo questo garantisce una sicura protezione in riferimento alle leggi sulla privacy (GDPR)!

Comparazione sistemi aperti OMS 868 e Open TMS 433